DSA: la DISORTOGRAFIA

La disortografia, come già detto, è un disturbo che riguarda la difficoltà nell’apprendimento delle regole ortografiche, in assenza di carenze di insegnamento.

Per noi operatori è facile capire quando un bambino è disortografico, perché genitori e insegnanti raccontano che i loro quaderni sono pieni di errori, e che più e più volte (per lo più arrabbiandosi), le mamme hanno spiegato come si scrivono alcune parole, ma questi bambini continuano a sbagliare… così si arriva a strappare la pagina e a far ricopiare ripetutamente le parole scritte in maniera errata. Strategia che non serve a promuovere la memorizzazione delle regole ortografiche, ma ad umiliare e demotivare il bambino, che non sa proprio come poter fare per non fare errori. Continua a leggere

FIORI DI BACH: Respirare!

Se l’intento primario della riabilitazione è quello di occuparsi della persona, e non delle prestazioni che dà (in qualsiasi ambito) e dunque del suo benessere, mi devo occupare anche dei suoi aspetti psico-emozionali; osservarli, entrarci dentro, ‘scuoterli’, laddove sono ‘incancreniti’ …e guidare la persona verso un equilibrio di salute globale, perché ‘l’essere umano non è paragonabile ad una macchina costituita da vari pezzi assemblati e separabili gli uni dagli altri, né a livello di apparati, né a livello cellulare’ (Iannelli, Montenero, 2012). Ottimo aiuto sono, in quest’ottica, i fiori di Bach. Ma non è mia intenzione, in questo articolo, spiegare cosa sono e a cosa servono, argomento di cui tratteremo in futuro. Vorrei, piuttosto, lasciare spazio a delle esperienze che alcuni miei pazienti ci hanno messo a disposizione, e che ringrazio infinitamente, perché il nostro vissuto è ciò che più di tutto aiuta gli altri nei momenti difficoltà. Continua a leggere